.
Annunci online

cicciapasticcia
"Il legame più forte non ha nodi e nessuno può scioglierlo" (Andrea De Carlo)
Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


Collega, io e Lei ci siamo capiti!
13 agosto 2008



"Ad ogni buon conto B., vorrei descriverLe quello che capto questa sera: notte estiva a pieno regime, dal caldo insistente ed assente d'un solo alito di vento; grilli; stellata quasi plenaria; amici attorno al tavolo da giardino sfiniti dalle cibarie che hanno trovato pronte al loro arrivo; musica da club in sottofondo (appena giunti 8 cd dagli Usa, posta celere) + lumini ovunque; tanta tantissima voglia di vivere e di godere d'ogni singolo istante del tempo concessomi sul pianeta; soddisfazione nel guardare giù (verso il suolo) e sorprendere l'accostamento della mia camicia bianca sui bermuda kaki e orologio in acciaio al polso, pelle abbronzata come se fossero i primi di settembre, dettagli e colori assolutamente decisi; la figlia dei miei vicini (anni 18, caruccia di viso e sinuosa nel tracciato, biondo tinto - con ostinazione, sorriso buono ancora privo di malizia) che di giorno corre al balcone ogni volta che accendo la motocicletta e che ora è davanti al pc, esattamente come me, innamorata dell'amore e di chissà quale sgangherato coetaneo, acneico e scooterizzato (scarpa giusta, cintura imitazione di quella coppia di stilisti, jeans e t-shirt vuoti della poca carne); odore di vegetazione che colpisce alle narici; ansia di passare velocemente la nottata - che spreco il sonno! - per vivere ancora un giorno come fosse l'ultimo.

Tutto ciò, ed altro ancora ma meno semplice da descrivere, vive in me nel momento esatto in cui lo sto digitando: martedì 5 agosto 2008, ore 0.02.
Che peso... che fatica non essere vacuo, inerte, precluso ai sapori come quella nutritissima schiera di automi che in questo momento sono nei bar o nelle piazze e discutono di pallone o di veline o di veicoli a motore, e mai sanno e sapranno quanta gioia, quanto stupore, quanto incontenibile sentimento c'è appena fuori dalla nostra pelle, dai nostri organi percettori!
B., io e te ci siamo capiti. E ci siamo capiti anche bene, accidenti: noi non possiamo sprecare nemmeno un minuto, nemmeno un istante, del tempo che ci è dato.
Noi mettiamo a frutto ogni millesimo di energia, ogni microwatt di elettricità che scorre dentro i nervi.
Oggi potrebbe essere stato l'ultimo dei giorni vissuti con le antenne levate, con le braccia dischiuse, con il cuore pronto; ed io l'ho vissuto ancora una volta senza risparmio, come uno che dona tutto ciò che possiede agli individui in cambio di niente...
Notte.
S."

Ho ricevuto qualche giorno fa sulla posta personale questa mail.
Ho chiesto al mittente, un collega, il permesso di pubblicarla qui.
Permesso accordato. Si fida di me.
Non sa nemmeno come si chiama questo blog.  In ogni caso non ha chiesto.
Ha scritto, in risposta alla mia strampalata proposta:

"B. io approvo, ma ad una condizione: nessuna sterilizzazione, nessuna censura, nessun prelavaggio. Per il resto (e cioè la parte tecnica, l'impaginazione o quale altra diavoleria a me totalmente sconosciuta) faccia come crede. Debbo naturalmente confermarLe che l'idea (di sapere la mail pubblicata in un post, n.d.r.) non mi dispiace affatto, anzi prometto formalmente che nuove suggestioni Le saranno inviate con tempestività affinché - se ritenute degne - possano essere esposte nel medesimo modo.
Buon prosieguo.
S."

Tutto questo avevo voglia di condividere stasera, qui, con voi.
Buone vacanze o buon lavoro, non importa.
Solo sentire, con il cuore pronto.
E vi so d'accordo, con lui, con me.
Notte a voi ora.




permalink | inviato da cicciapasticcia il 13/8/2008 alle 22:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa
sfoglia
luglio        settembre